Take Care of Migration. La presa in carico terapeutica dei bambini e delle famiglie migranti

Take Care of Migration. La presa in carico terapeutica dei bambini e delle famiglie migranti.

13 – 14 maggio 2017 dalle 9.00 alle 18.00

L’obiettivo del corso è di condividere ricerche ed esperienze terapeutiche sul campo partendo dalle  particolari declinazioni della Etnopsicologia, dell’ Etnopsichiatria e dell’Antropologia Culturale che, coinvolgendo in maniera trasversale altre discipline,  si sono occupate delle famiglie, degli individui e dei bambini, valorizzandone i punti di vista e  le potenzialità interpretative, attraverso l’analisi dei processi narrativi come elementi co-costruttori e riparatori di identità messe a rischio dai fenomeni della guerra.


Presentazione del corso

I recenti eventi socio-culturali legati ai flussi migratori pongono, ad ogni nazione, una riflessione importante sulla capacità di accogliere i bisogni e le richieste di aiuto provenienti da popolazioni ospiti che si fanno portatrici di filosofie di vita, talvolta, distanti dalla propria cultura di appartenenza. Nell’area sanitaria, come in quella sociale, il tema del rispetto dell’altro si deve confrontare con la capacità del mondo scientifico di mettere in campo modelli di intervento che siano in grado di integrare o modificare prassi consolidate all’interno dei processi di cura. Tale necessità ci impone di ampliare i nostri strumenti osservativi, accedendo a possibili contributi di discipline che molto hanno da apportare alla cornice teorica che sostiene la scelta dei possibili interventi. Particolare attenzione deve essere riservata all’infanzia, alle famiglie ed ai cittadini migranti richiedenti e titolari di protezione internazionale, poiché, soprattutto in questo ambito, essa rappresenta un investimento preventivo alla promozione di alcuni dei fattori intervenienti nella salute, gli stessi che pongono le basi per un assetto psicosociale di maggiore equilibrio delle comunità. Utilizzando gli strumenti dell’etnopsichiatria, dell’etnopsicologia e dell’antropologia, si cercherà di elaborare, il ruolo della narratività come filo conduttore e chiave interpretativa di un fenomeno complesso.


Docenti:

Natale Losi

Direttore della Scuola Etno-Sistemico-Narrativa di Roma, psicoterapeuta familiare, antropologo-medico e sociologo, Fondatore e direttore per quindici anni dell’Unità Psicosociale e di Integrazione Culturale dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. Ha lavorato in programmi di ricerca e intervento per la collaborazione tra sistemi sanitari convenzionali e tradizionali in Africa e sviluppato programmi ed interventi sui traumi collettivi e l’attivazione della resilienza in numerosi paesi.

Francesco Spagna

Docente esterno di Antropologia Culturale presso l’Università di Padova, Insegnante e formatore su tematiche di Antropologia Medica ai corsi di Laurea in Infermieristica presso le Università di Torino e Padova e presso la USSL 16 di Padova, Coordinatore di progetti UNESCO per il recupero del patrimonio culturale, Ricerche dottorali e CNR svolte presso comunità native nordamericane, Ricerche di Ateneo svolte presso comunità di migranti a Padova; iscritto all’Associazione Nazionale Universitaria degli Antropologi Culturali (ANUAC – World Council of Anthropological Associations).

Fabrizio Coresi

Antropologo con master di secondo livello in etnopsichiatria, attualmente presidente della cooperativa IndieWatch e consulente sul tema migrazione presso la ONG Action Aid Italia. Autore e curatore di pubblicazioni, dossier e inchieste sociali sulle migrazioni e sulle condizioni di vita dei migranti in viaggio e in Italia. Lavora dal 2005 nel terzo settore prevalentemente con stranieri, richiedenti asilo e rifugiati, in particolare con diverse realtà associative romane. Dal 2011 impegnato altresì come formatore in tema di: antropologia applicata al lavoro sociale, mediazione culturale, relazione d’aiuto, diritto d’asilo e educativa di strada.

Andrea Anzaldi

Andrea Anzaldi, antropologo presso l’Associazione Centro Astalli, socio fondatore della cooperativa IndieWatch, responsabile per l’Italia del progetto internazionale per minori vulnerabili “Safe Passage”. Autore e curatore di diverse ricerche sulle questioni relative alle migrazioni e alle condizioni di vita delle comunità Rom, ha lavorato con European Roma Rights Centre, Save the Children, Fondazione Basso, Citizen UK.


Responsabile Scientifico

Marco Cundari

  • Psicologo, Psicoterapeuta

Informazioni generali

Il seminario avrà luogo presso Arci Solidarietà Lazio ONLUS sito in Via Goito, 35/B

Costi:
  • Quota di iscrizione: €150.
  • Per coloro che si iscrivono entro il 26.04.2017 la quota è ridotta a €120.

Seminario in due giornate per un totale di 16 ore formative effettive rivolto a 50 partecipanti.
L’ammissione al seminario è prevista esclusivamente dopo il pagamento della quota di iscrizione tramite bonifico bancario.
Il Seminario sarà effettuato solamente se verrà raggiunto il numero minimo di iscrizioni.
La Legge di Stabilità 2016, approvata dal Governo nel CdM del 15 Ottobre e convertita nella LEGGE 28 dicembre 2015 porta la detrazione dal 50 al 100 per cento delle spese sostenute dai lavoratori autonomi con partita Iva per la formazione professionale. Dal primo gennaio 2016, il libero professionista potrà detrarre il 100 per cento delle spese sostenute per la formazione.
Il Seminario sarà effettuato solamente se verrà raggiunto il numero minimo di iscrizioni.
La scheda di iscrizione, insieme alla copia del bonifico, andrà inviata via fax allo  06-87201033 oppure tramite mail all’indirizzo: formazione.ecm@ideaprisma.it
È possibile scaricare la scheda e il regolamento dettagliato dal sito: www.ideaprisma.it

Attestati Al fine dell’attestazione dei crediti ECM, sarà necessario il 100% di ore di presenza. Crediti ECM autorizzati: 17,8
Obiettivo Formativo di Processo “MULTICULTURALITA’ E CULTURA DELL’ ACCOGLIENZA. NELL’ ATTIVITÀ SANITARIA (15)”
Destinatari Medico Chirurgo — Psicologo — Infermiere — Infermiere Pediatrico — Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva — Logopedista — Educatore Professionale —      Terapista della Riabilitazione Psichiatrica — Fisioterapista


Per qualsiasi informazione rivolgersi a:

logoECMSegreteria Organizzativa:
Simona Marra
Via Ida Baccini, 80 – 00137 Roma
Tel. 06/87201072, 06/87137239
Cell. 329/6844353
Fax 06/87201033
E-mail: formazione.ecm@ideaprisma.it
Sito web: www.ideaprisma.it
Facebook: Ideaprisma Cooperativa Sociale


pdf Fai click qui per scaricare il .pdf della brochure del convegno


pdf Fai click qui per scaricare il .pdf della scheda di iscrizione al convegno


 

Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *